Garzonio Daniele

GarzonioDaniele

Da un test psicologico organizzato nell’agenzia dove lavoravo sono
risultato essere un “esploratore”. Non so fino a che punto l’esercizio
sia attendibile ma mi ci ritrovo abbastanza. Nato nel 1957 a Varese,
ho vissuto nella città natale fino al 1984. Avendo poi sposato una luinese
ho scelto di risiedere sulle sponde “povere” dello splendido
Lago Maggiore. Dopo aver frequentato il Liceo Artistico (lavorando
per qualche tempo a bottega da Marcello Morandini) e l’Università di
Architettura (che non ho concluso), mi sono iscritto alla Scuola Politecnica
di Design dove ho avuto come maestri tra gli altri: Bruno Munari,
Bob Norda, Max Huber, Walter Ballmer ecc. Alla fine dei corsi
nel 1977, ho partecipato alla mia prima, e finora unica, collettiva di
grafica nella storica Galleria della Piazza di Varese. Dopo una lunga
parentesi mi riavvicino a questo mondo, grazie ad un’ amica che nel
2001 mi iscrive ad un corso di olio, tecnica che non avevo mai utilizzato,
e apprese le prime nozioni inizio una produzione di tele. Successivamente,
non soddisfatto della sperimentazione, mi dedico con
sempre più attenzione anche alla creazione delle cornici. Ben presto
mi rendo conto che entrambi gli elementi hanno la loro importanza
(mi sono sempre chiesto, guardando anche opere importanti,
come sarebbero apparse in un contesto o semplicemente in una cornice
diversa). La cornice ritengo che non possa essere pensata in
un secondo momento o vissuta come semplice “accessorio”. In alcuni
casi i ruoli addirittura si invertono; la cornice diventa quadro e il
contenuto diventa fondo. Tutti i quadri sono rigorosamente quadrati
80×80. Il quadrato perchè implica un’idea di solidificazione e di stabilizzazione.
Determina e fissa lo spazio e ciò che contiene.

Gallery personale di Garzonio Daniele:

L’ago nel pagliaio La vecchiaia I love you After the green Green E non finisce mica il cielo La vergogna Emozioni I fili del discorso L’erba del vicino