Morandini Marcello

MorandiniMarcello

Marcello Morandini artista e designer, nasce a Mantova il 15 maggio 1940. Abita a Varese dal 1947. Frequenta a Milano l’Accademia di Brera. In questo periodo realizza le prime sculture, nel 1964 apre un suo studio di grafica a Varese. Nel 1967 è invitato alla IX Biennale d’Arte Moderna di São Paulo in Brasile. Nel 1968 è invitato con una sala personale nel padiglione italiano, alla XXXIV Biennale dArte di Venezia. Nel 1969 progetta e fa costruire la propria casa a Varese, dove l’anno successivo trasferisce il suo studio. Nel 1972 ha la sua prima mostra retrospettiva alla Kestnergesellschaft di Hannover.

Nel 1974 realizza il progetto di una piazza di 30 metri per il centro commerciale INA di Varese. Nel 1977 è invitato a Kassel alla “documenta 6”. Nei primi anni ottanta inizia una lunga collaborazione con gli studi di architettura Miraglia di Varese e Ong&Ong di Singapore per alcuni importanti progetti di architettura come il Goldhillcenter di 38 piani. Nel 1984 è invitato in Giappone e iniziano in questo periodo contatti professionali con studi di architettura, collaborazioni con università ed esposizioni in diversi musei. In Germania progetta la facciata, lunga 220 metri, della fabbrica di porcellane Thomas, a Speichersdorf (1984) e il nuovo edificio amministrativo della Rosenthal, a Selb (1987). Nel 1991 progetta a Kuala Lumpur in Malesia l’architettura di un edificio commerciale di 34 piani. Nello stesso anno il museo für Konkrete Kunst di Ingolstadt gli commissiona una grande scultura come simbolo esterno del museo. Nel 1993 ha la prima grande mostra antologica abbinata di arte e design al Museo Die Neue Sammlung di München, all’Hack Museum di Ludwigshafen e al Palácio Galveias di Lisboa. Dal 1994 è membro della giuria del Design Zentrum di Essen. Tra il 1995 e il 1997 è docente di arte e design alla Sommer Akademie di Salisburgo. Dal 1997 al 2001 è docente di arte e design alla Scuola Cantonale di Losanna. Assume l’incarico per tre anni di presidente del Museo Internazionale Design ceramico di Cerro di Laveno. Nel 1998 nasce da Maria Barisi, sua figlia Maria Enza e da allora concentra maggiormente il suo lavoro a Varese, città che nel 2000 gli ha dedicato un’importante retrospettiva nel proprio museo. Nel 2002 il museo Quadrat “Josef Albers” di Bottrop allestisce una sua retrospettiva e acquista una sua grande scultura per l’ingresso. Nel 2003 è docente all’Accademia di Brera a Milano. In Svizzera tiene lezioni alla scuola superiore orologiera “HEAA” di La Chaux De Fonds e dirige a Plauen la Sommer Akademie per il risanamento del parco Martin Lutero. A partire dallo stesso anno è Presidente dell’Associazione Liberi Artisti della Provincia di Varese. Nel 2004 è stato coordinatore del progetto “Vivere Venezia 3”, Università IUAV di Venezia. Il “Wilhelm Hack Museum” di Ludwigshafen gli commissiona una grande scultura di 10 metri per la piazza adiacente il museo. Viene eletto membro onorario del Royal Designer for Industry di Londra. Nel 2005 l’Europäisches Industriemuseum di Plößberg e il Fürstenberg Museum in Germania allestiscono una sua esposizione antologica di arte e design della durata di un anno. Si inaugura il suo progetto, per piazza Montegrappa a Varese. Nel 2006 realizza una mostra antologica al Castello di Masnago, Varese. Progetta l’architettura esterna del “Das kleine Museum” di Weissenstadt in Germania. Inaugura con una sua mostra personale il nuovo Museo Ritter a Waldenbuch in Germania. Nel 2007 progetta una grande scultura per l’esterno della Pinakothek der Moderne di München.

Gallery personale di Morandini Marcello:

Mostra personale per il Trentennale – Museo Arte Plastica – Castiglione Olona – Dal 23 febbraio al 22 marzo 2008 Progetto di una scultura per la Pinakothek der Moderne, München – D / 2007 248 Das kleine Museum, Weissenstadt – D / 2007 Scultura 502 / 2007