Palamà Maria Letizia

PalamaMariaLetizia

Maria Letizia Palamà è nata a Vercelli nel 1945. Ha manifestato una precocissima inclinazione al disegno e ha avuto i primi contatti con l’arte frequentando lo studio dello zio Umberto Palamà, eccellente scultore e appassionato studioso dell’arte contemporanea.

Dopo il Liceo Artistico di Torino la sua formazione è avvenuta sotto la guida di grandi insegnanti, ancora a Torino con il pittore Pontecorvo, a Firenze con Nera Simi, anziana pittrice che ha tenuto in questa città per almeno 40 anni un’Accademia privata assai più nota all’estero che in Italia e alla Boston University of Fine Arts con Reed Kay. L’ambiente americano è stato quello che più ha segnato la scelta e le caratteristiche della sua pittura.

Ha insegnato per molti anni materie artistiche nelle scuole di Stato.

Nel 1984 è entrata come assistente nello studio dello scultore Vittorio Tavernari a Barasso, dove è rimasta per quattro anni. L’incontro con il grande scultore le ha consentito una resa più solida e semplificata delle forme attraverso la costruzione per piani di luce più che per segni. Ha viaggiato in molte parti del mondo e ha fatto lunghi soggiorni (1 anno a Boston, alcuni anni a Monaco di Baviera) visitando le grandi e le piccole collezioni d’arte. Nel 1983 al Premio Nazionale Bilancia d’Argento a Varese ha ricevuto il primo premio exaequo.

Nel 1986 al Premio Arte Mondadori ha ricevuto la Targa d’Argento e nel 1993 al XX Premio Sulmona la targa d’Argento della critica e la Targa per l’opera più votata dal pubblico.

Ha esposto in oltre settanta mostre personali e collettive.

Gallery personale di Palamà Maria Letizia:

Letto disfatto / 2007 La stanza indaco / 2007 Il riposo / 2007 La stanza azzurra / 2002 Grande letto disfatto / 2003 472 Broome St. / 1998